Progettare l'arredamento di una stanza

Introduzione

Avete cambiato casa? State pensando a lavori di ristrutturazione per una nuova distribuzione degli ambienti? C’è un figlio in arrivo e state pensando a come arredare la cameretta? D’altra parte, a molti di voi sarà capitato almeno una volta nella vita di dover progettare l’arredamento di una stanza.

Arredare è un lavoro apparentemente semplice che normalmente si comincia sfogliando riviste, visitando siti internet, informandosi dagli amici, leggendo recensioni di negozi di arredamento.

Al contrario non è un lavoro facile perché non esistono soluzioni standard oltre il fatto che i materiali a disposizione sono moltissimi e con caratteristiche differenti. Ancor di più è difficile ottenere un ambiente in armonia con il resto della casa e funzionale allo stesso tempo nel rispetto del budget previsto.

Contenuti

Analizzare le proprie esigenze

L’arredamento deve rispondere alle esigenze di chi lo acquista e non deve solo abbellire una stanza o testimoniare uno status sociale.  In altre parole devono aiutare la preparazione dei cibi se si tratta dell’arredamento della cucina, oppure favorire il sonno ed il riposo se si tratta di mobili per la camera da letto.

Inoltre, è consigliabile valutare con attenzione la praticità dell’arredo che si ha in mente perché, anche se desiderate una casa degna di essere fotografata per una rivista, è bene tenere conto anche delle vostre passioni. Ad esempio, potete cucinare abitualmente per gli amici, ed allora dovrete pensare che vi saranno comodi elettrodomestici top di gamma. In modo analogo se ascoltate spesso musica oppure amate passate le serate guardando film o partite in tv bisognerà considerare gli spazi necessari, l’ampiezza e la comodità di divani e poltrone e così via. 

Scegliere stile e colori

Esistono differenti stili: arredo classico, shabby chic, mobili etnici, arredo moderno, stile minimal. Tuttavia bisogna dire che l’arredo moderno è senz’altro quello con maggiori probabilità di durare nel tempo e di non essere una moda passeggera. Sicuramente i vostri figli diranno la loro circa l’arredo della cameretta e magari vostro marito dirà la sua sui mobili dello studio, ma i mobili componibili della cucina, l’arredo del bagno e l’arredo della zona giorno dovranno sicuramente portare a scelte condivise. Inoltre, dovranno essere valutati i colori, che dovranno essere abbinati a quelli delle pareti. In particolare il colore della camera da letto matrimoniale sarà differente rispetto a quella dei figli, ma anche il bagno e la cucina faranno storia a sé anche se tutto dovrà essere abbinato in un insieme in modo da rendere tutta la casa armoniosa.

Valutare spazi e volumi

Come arredare un soggiorno

Elencate le proprie esigenze si proseguirà con la valutazione degli spazi: le dimensioni degli ambienti, gli angoli inutilizzati, le colonne o le rientranze fastidiose, senza trascurare la posizione di finestre, porte, prese, luci. Allo stesso modo si dovranno considerare gli angoli e la verticalità delle pareti perché non sempre gli angoli sono a 90 gradi o le pareti verticali. Infatti, per progettare l’arredamento di una stanza bisogna essere certi di poter installare i mobili acquistati senza eccessivi problemi. Infine si cercherà di visualizzare colori e volumi immaginando tutto il lavoro finito. I più bravi potranno redigere una mappa quotata partendo da quella catastale, oppure utilizzeranno fogli di carta millimetrata. Dopodiché qualcuno potrà anche usare programmi on line di progettazione: ne esistono alcuni usabili gratuitamente.

Definire il budget di spesa

Questa è la parte più difficile e facile nello stesso tempo. Facile perché ognuno conosce esattamente le proprie risorse, ma è difficile valutare se quelle risorse disponibili sono sufficienti per l’arredamento che si ha in mente. Nel caso il budget di spesa sia al di sotto di certi livelli di costo si può ricorrere solo alla grande distribuzione, con un certo tipo di qualità, e questo facilita le scelte. Nel caso di possibilità di spesa di medio livello l’offerta dell’arredamento si amplia e si hanno possibilità di servizio e di rapporti qualità costo sicuramente più elevati. 

La redazione del progetto dell'arredamento

Nel caso dei punti precedenti molte persone possono pensare al progetto dell’arredamento di casa propria, ma quando ci si addentra nel progetto architettonico vero e proprio la faccenda si complica e solo l’esperienza può aiutare. Esistono molti fornitori differenti che producono mobili alternativi ed ogni modello può essere realizzato con finiture differenti, anche dal punto di vista del costo. A causa di ciò, se stiamo lavorando all’arredo di una cucina moderna dotata di accessori ed elettrodomestici, si possono avere, per progetti d’arredo simili prezzi anche molto differenti.

La realizzazione del progetto d'arredamento

Come si è detto nei punti precedenti, esiste la possibilità di ideare e disegnare in autonomia l’arredo della propria cucina ideale, la disposizione dei mobili del soggiorno o l’arredo della cameretta, ma è senz’altro meglio avere il supporto di esperienza e competenza e si può certamente sostenere che il lavoro di un professionista sia un aiuto fondamentale. 

Prendete in considerazione che Soluzionideali è un rivenditore di marchi noti, conosce quello che il mercato offre, le caratteristiche dei materiali, le possibilità compositive dei vari programmi di produzione. Inoltre, Soluzionideali si avvale di software specifici con capacità di fornire render con qualità fotografica tali da permettervi di “vedere dal vivo” quello che sarà il risultato finale per progetto d’arredo.

La squadra di Soluzionideali è capace di ascoltare e progettare in base al vostro gusto ed alle vostre necessità. Inoltre, se sarà necessaria una personalizzazione particolare, siamo in grado di effettuare modifiche o pezzi su misura.

In conclusione, arredare un ambiente od una casa, non è banale e vi invitiamo a venire a trovarci ed a chiederci un progetto d’arredamento.