La prima domanda da porsi è: sapete esattamente cosa desiderate? Quale stile preferite per arredare il vostro bagno ? Volete una soluzione lineare e moderna oppure preferite il classico? Preferite il bianco, i colori vivaci e brillanti oppure il legno? E come immaginate gli accessori? Cromati, in metallo smaltato o versioni più moderne in graphite? Oppure amate le superfici laccate che soddisfano anche i gusti più esigenti ?

Per arredare un bagno moderno

L’ambiente bagno merita la stessa attenzione che riserviamo normalmente agli altri ambienti della casa anche se spesso, in termini di spazio, è uno dei locali più sacrificati della casa. Nonostante ciò, per arredare il bagno, bisogna tenere conto del fatto che, normalmente, ci accoglie al mattino prima del lavoro e la sera, prima del riposo. Soprattutto, considerando che lo spazio non è mai ampio, è raccomandabile che l’insieme sia armonioso e piacevole oltre che funzionale, e quindi bisogna valutare bene i mobili del bagno oltre che i rivestimenti ed il colore delle pareti.

I mobili del bagno

Il punto focale del bagno è il lavandino, che oggi non è più un semplice lavabo, ma un mobile lavabo che trova la sua funzionalità nella forma e nei materiali impiegati. Per arredare un bagno moderno i mobili utilizzati sono normalmente soluzioni sospese, caratterizzate da ampi cassettoni dotati di un grande contenimento. Possono essere di varie altezze e lunghezze, con o senza maniglia. Tuttavia rimangono sempre disponibili le composizioni a terra, con ante e cassetti, anche se meno richieste a favore di quelle sospese, sicuramente più eleganti e leggere. Infine, non mancano mobili a colonna e mobili pensili contenitivi, elementi a giorno, mensole ed accessori in metallo.

 

Dovete ristrutturare il bagno ?

Con una certa frequenza, nell’arco della vita di un immobile, capita di dover rifare il bagno e non solo cambiare l’arredo o il box doccia. Ad ogni modo è l’occasione per ripensare tutto l’ambiente. In altre parole, ri-valutare la disposizione degli elementi, i rivestimenti i colori ed i materiali. In definitiva, un lavoro che non è semplice perché richiede conoscenze specialistiche. Inoltre possono rendersi necessarie pratiche edili per operare in conformità alle leggi vigenti e non avere problemi in caso di successiva vendita dell’immobile.

Soluzionideali si è strutturata in modo da unire le competenze relative all’arredo insieme a quelle necessarie per la scelta dei materiali ed è in condizioni di seguirvi in tutto il lavoro. Come risultato di ciò avrete un unico referente e questo semplificherà le cose diminuendo i potenziali conflitti.

Rivestimenti pareti e pavimenti

I rivestimenti delle pareti del bagno, i pavimenti, le tinte sono da scegliere come prima cosa perché identificano la nostra personalità. I rivestimenti delle pareti del bagno, i pavimenti, le tinte sono da scegliere come prima cosa perché identificano la nostra personalità:

  • Marmo classico per ambienti sofisticati e raffinati.
  • Resina, che si può estendere dai pavimenti alle pareti, creando una uniformità di superfici, ma dove l’impatto visivo dell’arredo sarà più importante.
  • Piastrelle o mosaici di varie dimensioni, che si inseriscono anche negli spazi doccia per realizzare effetti avvolgenti e decorativi, dando spazio alla nostra creatività compositiva.

In ogni caso devono essere rivestimenti pratici, di facile manutenzione, resistenti a sbalzi di temperatura, umidità  e condensa. Oggi sono disponibili piastrelle con dimensioni di ogni tipo e molteplici finiture superficiali, in grado di soddisfare qualsiasi gusto. Esistono anche carte da parati usabili tranquillamente in ambienti difficili come il bagno.

Creare un bagno di servizio

Rendere più ospitale un bagno di servizio vuol dire “valorizzare la comodità”. Infatti, in qualsiasi casa in cui vivano ragazzi o persone anziane, prima o poi si evidenzierà la necessità di avere un secondo bagno. In altre parole, quando esiste il secondo locale, è conveniente valutare i mobili per il bagno di servizio non sottovalutandone l’importanza. Ovviamente per quest’ambiente valgono le considerazioni fatte in precedenza. Anzi, considerando che le basi porta lavatrice si inseriscono nelle composizioni perché normalmente fanno parte dei modelli in produzione, la lavatrice sarà inserita preferibilmente nel secondo bagno. In altre parole, il secondo bagno può anche diventare una mini-lavanderia in cui anche l’asciugatrice troverà il suo posto. Infatti esistono colonne in grado di contenere questi due elettrodomestici, strutture con o senza ante che si armonizzano sia per dimensioni sia per finiture con il resto dell’arredo.